PILLOLE INFORMATICHE: YouTube ed il traffico

Impariamo a risparmiare traffico quando usiamo YouTube o altre piattaforme di streaming.

Youtube è sicuramente tra le applicazioni più utilizzate sia da PC che da smartphone. Solitamente lasciamo che la qualità video sia impostata automaticamente in modo da ottenere il massimo risultato in base alla quantità di banda disponibile istante per istante. Se questa scelta è ottimale quando utilizziamo un PC o il nostro smartphone connesso ad una rete WiFi, di certo non possiamo dire lo stesso quando usiamo il nostro telefono sotto rete 3G o 4G.

YouTube su PC

Per avere le idee più chiare, ci basta dare uno sguardo al volume di traffico generato in un’ora, in base alle diverse risoluzioni:

Da questi semplici dati possiamo intuire come sia di fondamentale importanza impostare manualmente la risoluzione dei nostri video quando siamo fuori portata della nostra rete WiFi.

Su uno smartphone o un tablet, qualsiasi sia la risoluzione dello schermo, una qualità video di 360p, che consuma 0,525 GB all’ora, è ampiamente sufficiente e spesso, a seconda della tipologia di video, possiamo addirittura scendere a 240p. Questo discorso, ovviamente, si applica a qualunque app fornitrice di servizi video in streaming. In questo modo riusciremo a preservare più a lungo il nostro traffico dati e non ci ritroveremo a metà mese senza connessione internet.

Letture:48
Oggi: 3
Totali: 7793

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Il primo 5G ad un prezzo accessibile.

Lun Mar 30 , 2020
È stato presentato ieri quello che probabilmente sarà il prossimo best-buy di casa Xiaomi

Ti potrebbe interessare...