La sanità come la immagino da anni.

1

Viviamo in un mondo informatizzato dove ormai tutti utilizzano smartphone e computer, eppure la sanità italiana continua a funzionare con la carta…

Ci penso da anni e non passa giorno che non mi meravigli che nessuno ci pensi e metta in pratica la vera informatizzazione del Sistema Sanitario Nazionale. Con questo, non voglio entrare nel merito della gestione economica di un sistema estremamente complesso o del rapporto tra medici e SSN, ma semplicemente affrontare la problematica di una gestione globale estremamente antiquata.

Code agli sportelli dei CUP

Se andiamo dal medico curante, usciremo con impegnative e ricette cartacee. Dallo specialista, dopo la visita otterremo un referto cartaceo e, in caso di analisi strumentali che prevedano delle immagini, con un vecchio e superato CD. Idem in caso di lastre, risonanze magnetiche o Tac. Quando ritiriamo delle analisi, altra carta e, se ci ricoverano, all’uscita dobbiamo richiedere copia della cartella clinica, ovviamente in formato cartaceo. In ogni caso è il paziente al centro del sistema che, oltre a effettuare gli esami o visite del caso, funge da elemento di distribuzione delle informazioni stesse tra laboratori, specialisti e medico curante. Parliamo di una montagna di carta, di supporti informatici, di movimenti e di tempo sprecati inutilmente.

Gestione tradizionale della sanità

Eppure la soluzione al problema è così semplice quanto banale: informatizzare realmente la sanità italiana creando un unico centro dati nel quale ogni cittadino ha il proprio archivio personale creato alla nascita e la cui chiave di accesso è la Tessera Sanitaria.

Grazie a questo sistema, il Sig. Rossi avrebbe il suo personalissimo archivio online sul quale, ogni volta che si reca dal medico, da uno specialista, in ospedale o a fare le analisi, tutto finisce memorizzato. In questo modo non dovrà più portarsi dietro la ricetta fatta dal medico curante, ma andrà in farmacia e, presentando la sua tessera sanitaria, il farmacista visualizzerà direttamente la o le ricette caricate dal medico di base. Stesso discorso per le impegnative o per prenotare una visita specialistica. Basterà dare il proprio CF ed il CUP visualizzerà la richiesta dal suo archivio. Quando andrà ad effettuare una lastra, una visita specialistica, o delle analisi, i referti saranno caricati automaticamente sul suo archivio personale ed il nostro medico curante ne riceverà immediatamente una notifica. In questo modo, sarà informato in tempo reale e non avremo la necessità di fare lunghe file dal nostro dottore solo per mostrargli i risultati di quanto prescritto.

Gestione informatizzata della sanità

Ovviamente, al sistema saranno applicate delle limitazioni. Se da un lato il nostro medico di base avrà accesso alla nostra intera storia clinica, i laboratori, gli specialisti o gli ospedali avranno solamente la facoltà di caricare dati sugli archivi, previo poter avere accesso alle proprie aree di competenza o a tutte le informazioni tramite una nostra autorizzazione.

Ricapitolando, possiamo semplificare in questo modo:

  • Il Sig. Rossi ha ovviamente accesso a tutti i suoi dati medici;
  • Il medico curante: ha anche lui accesso a tutti i dati medici e riceve notifiche al caricamento di referti;
  • Medici specialisti e Reparti ospedalieri: possono caricare informazioni ed accedere solo se autorizzati dal paziente.
  • Laboratori analisi: possono solo caricare informazioni.
  • Farmacie: possono solo leggere le ricette caricate.

Grazie a questo sistema, i tempi di comunicazione delle informazioni mediche sarebbero estremamente accorciati, cosa che, per molte patologie può salvare la vita, ed avremmo tutto il nostro diario medico sempre a portata di mano ed al sicuro, accessibile da un portale web o un’app sul nostro smartphone.

Visite totali: 132
Visite Oggi: 2
Letture: 14604

One thought on “La sanità come la immagino da anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

L’INFORMATICA PER TUTTI: La storia di Office – 2° Parte

Gio Apr 16 , 2020
Ripercorriamo insieme la storia di Office...