Il Tv 4K: Non sempre scelta vincente.

Ma il 4K sul nostro TV è così indispensabile. Scopriamo insieme i pro e i contro…

Ormai, qualunque volantino con prodotti di elettronica ci propone TV 4K, di medie dimensioni (49″/55″) e marchi anche blasonati, con prezzi molto allettanti, spesso al di sotto dei 450 euro. Ma è realmente il caso di fidarci? È davvero tutto oro quello che luccica? La risposta è più che scontata ed è ovviamente un secco NO.

TV di questo genere sono spesso prodotti con alcuni anni di presenza sul mercato sulle spalle, quindi dotati di tecnologia relativamente vecchia se consideriamo l’evoluzione a cui è sottoposto questo settore.

Inoltre, siccome va ricordato che nessuno ci regala mai nulla, un prezzo così basso per un TV di queste dimensioni e caratteristiche significa sicuramente:

  • un pannello led scadente;
  • un processore dalle scarse prestazioni coadiuvato da poca memoria;
  • una scarsa dotazione di porte HDMI e USB;
  • software poco performante in relazione al processore.

Inoltre, va preso in considerazione il tipo di contenuto video che solitamente viene visionato sul dispositivo, ossia se guardiamo semplicemente i canali del digitale terrestre, se usufruiamo di piattaforme di streaming o se abbiamo accesso a contenuti in 4K.

DEFINIZIONE: La risoluzione dello schermo è il numero dei pixel orizzontali e verticali presenti o sviluppabili in uno schermo. Ogni pixel (punto luminoso) è in grado di riprodurre l’intera gamma cromatica.

Risoluzioni.

Avere un televisore con risoluzione 4K (3840 x 2160 pixel) non significa assolutamente avere immagini dalla risoluzione e dalla qualità migliore, anzi, spesso è esattamente l’opposto. Dobbiamo infatti considerare che :

  • i canali TV più “poveri” trasmettono in risoluzione SD (720 x 480 pixel);
  • i principali canali TV trasmettono in HD (1280 x 720 pixel);
  • le piattaforme di streaming, cinema o sport trasmettono in HD ed in rari casi in 4K.
TV con risoluzione 4K

Questo significa che se visualizzassimo un immagine HD o FHD con rapporto 1:1 su uno schermo 4K otterremmo il seguente risultato:

Immagine HD su schermo 4K in rapporto 1:1
Immagine FHD su schermo 4K in rapporto 1:1

Come possiamo notare, le immagini da visualizzare non hanno abbastanza pixel per coprire l’intero schermo 4K. Infatti, l’immagine HD è pari ad un terzo della 4K mentre la FHD è esattamente la metà.

Per ovviare a questa problematica, i TV implementano una tecnica chiamata Upscaling (ampliamento) che consiste nel moltiplicare il numero dei pixel dell’immagine originale fino a raggiungere le dimensioni del pannello 4K.

NOTA: questa tecnica viene applicata anche dai TV FHD quando ricevono immagini SD o HD.

Quindi, nel caso di un’immagine HD, ogni pixel viene moltiplicato per 3 e ne va a coprire 9, mentre nel caso di un’immagine FHD, ogni pixel viene moltiplicato per 2 e ne copre 4.

Tecnica dell’Upscaling

Quindi la visualizzazione di un immagine con risoluzione nativa 4K sarà completamente diversa rispetto ad una HD a cui è applicata la tecnica dell’Upscaling.

In realtà, questo calcolo non viene eseguito in maniera così brutale, ma è il frutto di elaborati calcoli che tengono conto dei pixel circostanti e dell’applicazione di filtri, oltre che del giusto livello di compressione dell’immagine. Un TV con processore scadente dovrà applicare un elevato livello di compressione dell’immagine per lavorare con flussi di dati minori ed il risultato sarà eclatante a video.

Come si può notare nelle immagini precedenti, il testo non risulta essere ben definito e si nota come una sorta di alone intorno ad ogni carattere, segno che il software del dispositivo lavora in condizioni di estrema compressione delle immagini.

Nelle immagini seguenti, invece, vediamo un TV che lavora correttamente le immagini visualizzando testi chiari e ben definiti.

Quindi da questa rapida disamina possiamo trarre le seguenti conclusioni ed indicazioni:

  • è sempre importante vedere il TV che vogliamo acquistare in funzione;
  • è inutile spendere cifre elevate per un TV 4K se lo utilizzeremo per guardare solo canali che trasmettono al massimo in HD. In questo caso è sufficiente un buon FHD.
  • se desideriamo a tutti i costi un TV 4K, consideriamo di dover spendere qualche euro in più per un prodotto di qualità e soprattutto performante nella gestione delle immagini.

Spero che questo articolo sia servito a chiarirvi le idee sul concetto di risoluzione e sulla reale utilità del 4K.

A presto.

Visite totali: 592
Visite Oggi: 5
Letture: 56083

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Un mondiale tutto diverso, ma la Ferrari non cambia mai.

Gio Lug 2 , 2020
Siamo alla vigilia di un mondiale anomalo ma come al solito la Ferrari mette le mani avanti e delude i propri tifosi.