XIAOMI ci ripensa: il suo nuovo processore arriverà.

Dietrofront del colosso cinese e l’idea di portare a termine un progetto in cantiere da anni…

Se fino a qualche mese fa Xiaomi sembrava intenzionata a non dare seguito al progetto che aveva portato alla luce il Surge S1, il suo primo processore, le dichiarazioni rilasciate dall’amministratore delegato Lei Jun sembrano invertire la rotta e danno una nuova speranza ai fan del marchio cinese.

Il primo tentativo non è stato certo entusiasmante ma nemmeno fallimentare. Il Surge S1 era un octa-core Arm Cortex-A53 (4 a 2,2 GHz e 4 a 1,4) con una GPU Arm Mali-T860 realizzato con processo produttivo a 28nm. L’unico smartphone a montare questo Soc fu il Mi 5C.

Xiaomi Mi 5C

Xiaomi non parte certo avvantaggiata in quanto molti dei suoi diretti competitors come Huawei e Samsung producono già da anni i loro processori, anche se non sempre molto apprezzati. Qualcomm non intende certo lasciare la sua posizione dominante di leader del mercato e MediaTek è sempre più agguerrita. L’unico vantaggio che la casa di Haidian può sfruttare viene dal bando americano che ha visto il governo cinese promettere ricchissimi finanziamenti per le aziende che svilupperanno fonderie nazionali ed in questo senso le prospettive sono veramente ottime.

Visite totali: 268
Visite Oggi: 4
Letture: 49255

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Degrado musicale: Tecnologia e Social.

Sab Set 12 , 2020
La qualità della musica è oggi ai minimi storici e la causa è da ricercare nella tecnologia.

Ti potrebbe interessare...