BONUS PC: tra delusione e scandalo!

Dopo aver gestito alla grande il bonus vacanze il governo torna alle vecchie abitudini e canna completamente il bonus internet e PC.

Indipendentemente dalle proprie idee politiche, quando il governo, anche se di colore diverso dalle nostre preferenze, fa qualcosa di buono va riconosciuto. È il caso del bonus vacanze, gestito molto bene e con grande trasparenza. Soldi effettivamente dati agli italiani che ne hanno usufruito pagando realmente meno le proprie vacanze. Il tutto è stato basato sull’app IO, per accedere alla quale era sufficiente lo SPID, ormai necessario per l’accesso alla Pubblica Amministrazione online.

Sentendo parlare di Bonus internet e pc, ci si immaginava che il procedimento e la piattaforma fossero simili, visto il successo ottenuto con il bonus vacanze. Nello specifico si tratta di un massimo di euro 500 suddivisi in 200 per connessione ad internet e 300 per pc o tablet.

Purtroppo, però, in questo caso il governo è ricaduto nelle vecchie abitudini ed invece di favorire la popolazione bisognosa ha deciso di aiutare le società di telecomunicazioni. Infatti, la domanda per questo bonus dovrà essere effettuata attraverso queste aziende (gli operatori telefonici per intenderci) e quindi la spesa andrà fatta presso di loro.

Sarebbe stato più comodo fare la richiesta attraverso l’app IO per ricevere i due voucher da spendere dove si preferisce. I 200 euro presso il proprio gestore di telefonia per ottenere uno sconto sulle future bollette o nuovi contratti ed i 300 presso il negozio di elettronica di nostra scelta. Ed invece niente di tutto questo ed addirittura le indicazioni non sono molto chiare per quanto riguarda pc e tablet che potrebbero essere a noleggio e/o in vendita.

Mettere tutto nelle mani delle società di telecomunicazioni vuol dire agevolarle senza però aiutare gli italiani. Come al solito queste aziende proporranno pochi dispositivi di scarsa qualità ed a prezzi totalmente fuori mercato. Diverso è, invece, se con il mio buono mi reco in un qualsiasi negozio e posso acquistare, scontandolo, l’articolo che preferisco in totale trasparenza.

Insomma, si tratta della solita gestione all’italiana fatta per far mangiare le aziende telefoniche e non dare solo illusioni alla popolazione. Intanto la data in cui il servizio doveva essere disponibile continua ad essere posticipata e vedremo nei prossimi giorni se i gestori di telefonia inizieranno a pubblicizzare la cosa e se le informazioni saranno più chiare a riguardo.

Visite totali: 780
Visite Oggi: 1
Letture: 49265

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Il codice sorgente di Windows Xp è on-line.

Lun Set 28 , 2020
L'intero codice sorgente di Windows Xp è finito in rete ed è liberamente accessibile. Cosa accadrà ora?

Ti potrebbe interessare...