ESim : la rivoluzione è iniziata.

Finalmente è arrivata anche in italia la eSim. Ma di cosa si tratta?

Chi, come me, inizia ad avere qualche anno sulle spalle ricorderà sicuramente i primi cellulari gsm nei quali si inseriva la SIM per intera, e per intera, intendo proprio la scheda pari ad un bancomat. Tra questi, vi erano i Motorola, tra i quali ricordiamo i famosissimi 8700 e 8900.

Poi iniziarono ad affermarsi altri marchi tra cui Nokia, Panasonic ed Ericsson, molto più economici e le tariffe telefoniche iniziarono ad avere prezzi più popolari. In questi telefoni inserivamo la mini sim.

Con il passare degli anni , la tecnologia si è continuamente evoluta introducendo, da prima, il formato micro sim, ed hai giorni nostri, il formato nano sim.

Le ragioni della continua miniaturizzazione della sim sono da ricercare nella necessità di ridurre ingombri e per lasciare spazio a batteria sempre più capienti visti i consumi.

L’ultimo passo della tecnologia in questo verso è rappresentato dalla eSim, ossia Sim Elettronica. Si tratta di un micro-chip, integrato direttamente nel telefono, che funge da vera e propria Sim, e che possiamo programmare con il numero e piano tariffaria che decidiamo di acquistare.

In pratica, acquistare una eSim, consiste nel comprare una tessera con su un Qr code che contiene tutte le informazioni codificate del nostro piano tariffario, compreso il numero di telefono.

Dalle impostazioni del telefono, è sufficiente inquadrare con la fotocamera il Qr Code per fare in modo che lo smartphone ne acquisisca tutte le informazioni e ne attivi il numero di telefono.

Grazie a questa tecnologia, cambiare telefono e rapidissimo in quanto è sufficiente cancellare la eSim da un telefono e registrarla, sempre con la semplice scansione del Qr Code, su un altro smartphone (Non è possibile, giustamente, associare una eSim a più telefoni contemporaneamente).

I dispositivi che al momento supportano eSim sono veramente pochi:

  • iPhone XS (la seconda sim è eSim)
  • iPhone XS Max (la seconda sim è eSim)
  • iPhone XR (la seconda sim è eSim)
  • iPhone 11 (la seconda sim è eSim)
  • iPhone 11 Pro (la seconda sim è eSim)
  • iPhone 11 Pro Max (la seconda sim è eSim)
  • Google Pixel 2
  • Google Pixel 3a
  • Google Pixel 3a XL
  • Google Pixel 4
  • Google Pixel 4 XL
  • Samsung Galaxy Fold
  • Motorola Razr (in questo caso c’è solo eSim e niente SIM fisica)

Sicuramente, la eSim sarà la tecnologia che in un futuro non lontano sarà adottata su tutti gli smartphone in quanto introduce diversi vantaggi:

  • Permette di eliminare il carrellino della SIM con il relativo connettore e ridurre i costi di produzione;
  • Eliminando il carrellino della SIM, permette di semplificare la realizzazione di dispositivi waterproof ;
  • Permette di passare da un telefono ad una altro semplicemente.

Al momenti, solo TIM dispone di eSim in italia, ma dei prossimi mesi, anche tutti gli altri operatori disporranno della medesima tecnologia.

Visite totali: 81
Visite Oggi: 1
Letture: 14635

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

L’INFORMATICA PER TUTTI. La regola non scritta...

Mer Feb 26 , 2020
Una regola non scritta ma che è sacrosanta...

Ti potrebbe interessare...