25 Nov, 2021

Black Friday 2021

Visite totali: 98
Visite Oggi: 18
Letture: 240084
20 Nov, 2021

Anagrafe Nazionale

Visite totali: 202
Visite Oggi: 39
Letture: 240084
15 Nov, 2021

Auguri al padre dei microprocessori: il 4004

Il 15 novembre 1971 venne presentato il primo microprocessore commerciale della storia. Era costituito da 2300 transistor, lavorava ad una frequenza di 740kHz, alimentato a 12V e realizzato in contenitore Dip16 con i pin, come era usanza allora, placcati in oro. La sua architettura interna era a 4 bit e poteva indirizzare 640 byte di ram.

La mente dietro a questo prodigio tecnologico del 1971 è Federico Faggin, spesso chiamato il “padre del microprocessore” e che in seguito fu a capo di altri importantissimi progetti come il 8008, il 4040 ed l’8080.

Ciò che portò Intel a progettare questo chip fu però una richiesta che proveniva dall’altra parte del mondo, ossia dalla società Giapponese Nippon Calculating Machine Corp. Nel 1969 questa importante società chiede ad Intel di produrre una serie di circuiti integrati per la sua nuova calcolatrice: Busicom 141-PF.

Busicom 141-PF / NCS 18.36

La stessa azienda giapponese invio un proprio tecnico per presentare il suo progetto inizialmente composto da ben 12 chip. Le cose andarono per le lunghe in quanto Intel non era convinta della complessità del progetto della casa nipponica ed introdusse, nel team di sviluppo, proprio Faggin che insieme a “Ted” Hoff e Stan Mazor riuscirono a realizzare il tutto con soli 4 chip.

  1. 4004 il microprocessore a 4 bit;
  2. 4003 un registro a scorrimento a 10 bit;
  3. 4002 Ram da 320 bit a 4 bit;
  4. 4001 Rom da 2048 bit;
il circuito con i 4 tipi di chip sviluppati da Intel

Per avere un termine di paragone, il 4004 offriva la stessa potenza di calcolo dell’ENIAC che però era grande come un’/ intera stanza e soprattutto consumava una quantità infinitesimale di energia. Il progetto era talmente avanzato per il periodo che i tecnici Intel impiegarono quasi 5 anni per istruite gli ingegneri su come progettare nuovi dispositivi basati sui nuovi microprocessori.

Sono passati ben 50 anni da quella memorabile data e la tecnologia dei microprocessori ha fatto passi da gigante da allora ma tutto ebbe inizio con quel minuscolo processore a 4 bit. Grazie Faggin.

Visite totali: 214
Visite Oggi: 10
Letture: 240084
12 Nov, 2021

WINDOWS 11 Si o No…

Visite totali: 183
Visite Oggi: 2
Letture: 240084
9 Nov, 2021

L’ONU propone limiti a 100Km/h

L’ONU ha proposto e chiede a tutti i suoi membri di abbassare i limiti di velocità portandoli a 100km/h in autostrada, 80 km/h sulle strade extraurbane e 30 km/h in città. Il motivo di tale richiesta sono ufficialmente tre:

  • Riduzione dei consumi
  • Riduzione delle emissioni di CO2
  • Riduzione degli incidenti stradali

In realtà, però, in molti sostengono che il motivo principale di tale richiesta è favorire il mercato delle auto elettriche ed infatti questa proposta sembra essere fatta apposta. Infatti le auto elettriche vedono calare drasticamente la loro autonomia quando la loro velocità sale oltre i 100 km/h mentre a questa velocità quasi tutte hanno consumi molto interessanti.

Sede ONU New-York

Obbiettivamente, penso che questa sia l’ennesima proposta assurda fatta da qualche burocrate che non ha il mimino contatto con la realtà e speriamo nessuno pensi seriamente a prenderla in considerazione. La vedo dura ad imporre limiti ad un paese come la Germania dove la responsabilità è personale e non vi sono limiti sulla maggior parte della rete autostradale. Inoltre, anche da noi sono anni che si parla di terza corsia a 150 km/h con abbassamento in caso di pioggia.

Chi vuole risparmiare è libero di farlo e di circolare alla velocità che vuole, senza per forza imporre a tutti questi limiti fuori dal tempo. Anche perché a questo punto giriamo tutti in Panda… a cosa servono tutte le altre auto con tutti i loro cavalli…

Visite totali: 255
Visite Oggi: 4
Letture: 240084
30 Ott, 2021

Arduino: 2° puntata

Visite totali: 460
Visite Oggi: 8
Letture: 240084
26 Ott, 2021

Auguri Windows XP

Visite totali: 198
Visite Oggi: 2
Letture: 240084
15 Ott, 2021

Windows 11 – Menù di avvio stile 10

Visite totali: 823
Visite Oggi: 7
Letture: 240084
12 Ott, 2021

Installiamo Windows 11

Visite totali: 267
Visite Oggi: 1
Letture: 240084
5 Ott, 2021

FACEBOOK, WhatsApp e Instagram DOWN [ Aggiornamento]

Da circa le 17:45 di oggi, tutte e tre le piattaforme di Mark Zuckerberg non danno segni di vita risultando off-line. Non ci sono ancora informazioni certe ne notizie da parte del colosso informatico.

Non appena ci saranno comunicazioni ufficiali cercherò di fornirvele aggiornando l’articolo.

AGGIORNAMENTO: Si è sbloccata, verso la mezzanotte, la situazione. Uno dopo l’altro i tre portali social sono tornati on-line e funzionanti. Da una prima occhiata, vista un’insolita lentezza di accesso, sembra che ci sia ancora qualcosa da sistemare da parte dei tecnici di Zuckerberg.

Visite totali: 937
Visite Oggi: 0
Letture: 240084